Base coat: tutto quello che c’è da sapere!

Ciao ragazze!

Dopo avervi parlato del top coat la scorsa settimana, oggi vi presento questo post dedicato interamente alla base (o base coat che dir si voglia!).

Se il top coat è importante per una buona manicure, la base è assolutamente indispensabile!

Vediamo insieme tutte le informazioni su questo prodotto 🙂

Image credits: http://www.alfemminile.com


Cos’è la base?

La base è uno smalto particolare (solitamente trasparente, ma a volte può essere anche nude o bianco) da applicare sull’unghia prima dello smalto colorato. Ha una funzione protettiva e a volte anche curativa.

Quali tipi di basi esistono?

Tutte le basi che si trovano in commercio hanno in comune la funzione protettiva che fa in modo che l’unghia non sia a diretto contatto con lo smalto colorato.

Oltre a questo le varie basi possono avere altre funzioni: attiva crescita, rinforzante, sbiancante, levigante, nutriente, e così via.

Esistono poi delle basi particolari come le basi peel-off, le basi specifiche per smalti olografici e le basi colour-booster (che enfatizzano la coprenza e il colore dello smalto che si va ad applicare).

A cosa serve la base?

La funzione principale della base è quello di proteggere l’unghia dagli smalti che andrete ad applicare successivamente, evitando così che l’unghia si ingiallisca e si indebolisca.

Poi, a seconda del tipo di base, si può avere anche un effetto curativo per l’unghia. Alcune basi inoltre aiutano lo smalto ad aderire meglio aumentandone così la durata.

Perché applicare la base?

Per proteggere l’unghia dallo smalto colorato ed evitare che si macchi e si rovini. Le basi curative possono essere applicate anche da sole, senza mettere lo smalto sopra, per sfruttarne le loro funzionalità.

Si può fare a meno della base?

Assolutamente no! MAI!

La base è sempre indispensabile, non si può farne a meno! L’abitudine di mettere lo smalto colorato senza una base protettiva sotto è scorretta e rovina le unghie. Magari con smalti di buona qualità o di colori chiari l’unghia può anche resistere senza base, ma è quando si va ad applicare uno smalto che stinge o macchia che si capisce la vera importanza di una buona base.

C’è solo una circostanza in cui si può fare a meno di applicare la base: se state indossando smalti one-step (che hanno la tripla funzione di base, smalto colorato e top coat). In ogni caso, anche con questo tipo di smalti, io consiglio comunque di mettere la base protettiva: non si sa mai! 😉

Quanto costa una base?

Le basi low-cost con cui mi trovo meglio sono quelle di Kiko, che a prezzo pieno vengono sui 5€ ma ogni tanto vengono scontate a 2,90€. In caso non lasciatevele scappare, sono ottime!

Per il resto, per comprare una buona base protettiva e curativa considerate un minimo di 5€ di spesa.

Che differenza c’è tra un base coat e uno smalto trasparente?

La base è curativa e protettiva, lo smalto trasparente è un comunissimo smalto. Ad esempio, se lo smalto colorato che volete mettere ha la tendenza a macchiare le unghie, queste con la base saranno protette e non si coloreranno, con lo smalto trasparente si macchieranno comunque.

Come deve essere una buona base?

Le caratteristiche che tutte le basi secondo me devono avere sono queste:

  • devono asciugare rapidamente
  • devono favorire l’applicazione dello smalto
  • la formula deve essere autolivellante
  • dovendo mettere sempre la base, la boccetta deve contenere molto prodotto (se mettete spesso lo smalto non vanno bene basi in boccette da 5ml…le finireste in due mesi!)

Poi la scelta del tipo di base va fatta a seconda delle proprie esigenze…ve ne parlo più giù in fondo al post! 🙂

Errori comuni

Il primo errore, il più comune, è quello di non mettere la base e passare direttamente all’applicazione dello smalto colorato. È molto meglio prevenire con una buona base che dover poi curare delle unghie gialle e fragili (cosa non facile!).

Secondo errore comune è quello di sostituire alla base un comune smalto trasparente. Vi ho già spiegato sopra il motivo: lo smalto trasparente non protegge, usarlo in questo modo è uno spreco inutile di prodotto!

Infine, a meno che la vostra base non abbia la doppia funzione di base e top coat, evitate di applicarla al posto di quest’ultimo. Rischiereste di rovinare la manicure invece di renderla più bella e resistente.

Basi consigliate?

Le basi migliori che ho provato (anche in base al rapporto quantità/qualità/prezzo) sono di Kiko e Debby. Mi sono piaciute molto anche quelle di Pupa ma hanno il problema di essere vendute in boccette troppo piccole per me, le finisco davvero troppo presto 🙁 Ho invece avuto esperienze negative con le basi di Essence.

Siccome ogni base ha una funzione diversa, vi lascio uno schemino (che spero possa esservi utile) dove abbino una base specifica ad ogni tipo di unghia.

  • Unghie molli, fragili e sfaldate: base rinforzante
  • Unghie striate e dalla superficie non liscia: base levigante (consiglio la Kiko Smooth Base!)
  • Unghie ingiallite o con la tendenza a diventare gialle: base sbiancante e anti-giallo (consiglio la Smoothing Base di Debby)
  • Per accelerare la crescita delle unghie: base attiva crescita (consiglio il Kit Attiva Crescita di Pupa e la base Ultra Long di Kiko)
  • Unghie secche e con la tendenza a spezzarsi: base nutriente

Con questo post, abbinato a quello della settimana scorsa sul top coat, spero di essere riuscita a darvi un quadro completo su questi prodotti utilissimi (quasi indispensabili) ma spesso sottovalutati!

Quindi quando applicate lo smalto, ricordate:

  1. Mettere la base
  2. Applicare lo smalto
  3. Mettere il top coat (facoltativo) 😉

Voi quali basi avete provato? Ce n’è una in particolare di cui non riuscite più a fare a meno? 🙂


Vi lascio i link al mio post sul top coat e ad altri articoli simili che potrebbero interessarvi:

Bacioni, a presto

 

Ele

You may also like...

8 Responses

  1. zaya_nails ha detto:

    Brava! Anche per me quella della Kiko levigante è una delle migliori, la adoro! Poi ho anche quella “peel off” per glitter ed una “acqua base” che ha la formulazione diversa e aiuta ad evitare l’effetto a strisce – la uso con gli smalti olografici perché spesso si asciugano mentre li metti e lasciano i segni del pennello:) Ed infine uso ogni tanto la calcium base di Glossip con effetto rafforzante:) sono proprio una maniaca degli smalti??

    • *Ele* ha detto:

      Come ti capisco! Io sto cercando una base peel-off da una vita, ma non sono ancora riuscita a trovarla! Dovrei comprarla su internet -.-

      • zaya_nails ha detto:

        Eh, si, in Italia non l’ho mai vista! Io ho la fortuna di comprare gli smalti particolari in Russia quando vado a trovare i miei;) però adesso che ci penso- forse la marca P2 la aveva, ho letto in qualche blog…

        • *Ele* ha detto:

          Che fortunaaaa! Ma quindi trovi anche la Dance Legend in Russia? ? io adoro i loro smalti, prima o poi li ordinerò su internet! 😀
          Comunque si, la base peel-off la ha sia P2 che NYC, ma vicino a dove abito non ci sono punti vendita né dell’una né dell’altra! 🙁

  2. zaya_nails ha detto:

    Si, la marca Dance Legend mi piace, ho anche le loro collaborazioni con Anna Gorelova… E poi in Russia il prezzo è molto più vantaggioso perché in Europa devono applicare anche le tasse doganali…

  3. Agostina ha detto:

    Prima di passare il gel posso applicare una di queste comuni basi oppure devo necessariamente utilizzare un premer apposito?

    • Ele ha detto:

      Se ti riferisci al semipermanente ti consiglio di utilizzare una base semipermanente specifica per proteggere l’unghia e non una di queste comuni, che sono pensate solo da usare con gli smalti “classici”.
      Se invece ti riferisci alla copertura in gel (che è una cosa diversa e molto più complessa rispetto all’applicazione del semipermanente) ti consiglio di affidarti alle mani di un’estetista o di un’esperta, o se ti interessa di seguire un corso tu stessa, dove potrai trovare risposta ai tuoi dubbi 🙂

  1. 21 marzo 2016

    […] Per prima cosa ho applicato la base protettiva su tutte le unghie. Questo è un passaggio fondamentale da fare prima di mettere qualsiasi smalto, come vi ho spiegato dettagliatamente sul post dedicato all’importanza della base. […]

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: